Successo storico della Run Giurisprudenza: Contento il più votato del foro

La vittoria più brun giurisprudenza 1ella, una prova di forza senza precedenti, un successo che inorgoglisce la Rete Universitaria Nazionale: questo è il verdetto delle urne della facoltà di Giurisprudenza. Il sodalizio RUN-Vivere è stato premiato ancora una volta dagli studenti. Sono stati ben sei i candidati della Run eletti e due quelli di Vivere. Otto su otto, dunque, ma non basta per tracciare le linee di un successo storico perché gli otto candidati che hanno ottenuto il maggior numero di consensi sono proprio quelli espressi dall’alleanza RUN-Vivere: Alessandro Contento è il primo degli eletti con ben 346 preferenze. A seguire, Maria Mandalà con 318 voti, Andrea Chiabra con 314 voti, Giorgio Alesi con 313 voti, Alfonso Mangione con 304 preferenze e Kevin Atria con 287 voti. I candidati di Vivere, Tiziana di Trapani e Carlo Terrana, hanno ottenuto rispettivamente 332 e 313 preferenze. Il risultato ottenuto lascia in bocca il gusto dolce di una vittoria commovente perché costruita sulla stima dei tanti amici e colleghi che hanno apprezzato la nostra serietà, il nostro impegno e il nostro modo di rappresentarli. La rappresentanza degli studenti di Giurisprudenza è in mani sicure, quelle di chi lavorerà con profonda dedizione per non tradire la vostra fiducia.

Run Giurisprudenza

 

Norman Zarcone, un gesto da non dimenticare

Sono trascorsi tre dolorosissimi anni da quando Norman Zarcone, laureato col massimo dei voti in Filosofia della Conoscenza e della Comunicazione prima, e in Filosofia e Storia delle idee poi, e dottorando in Filosofia del linguaggio, ha deciso di compiere un gesto tragico, estremo, straziante: togliersi la vita lasciandosi cadere dal settimo piano della Facoltà di Lettere e Filosofia. I giornali, col loro impareggiabile e colpevole, perché complice del sistema, stile asettico e distaccato, svuotarono di contenuto la più triste delle vicende: una storia di sofferenza per una meritocrazia offuscata e oltraggiata dalle baronie universitarie e di precariato cui sono destinate tante eccellenze del panorama universitario nazionale che non vogliono scendere a compromessi con logiche mafiose, clientelari e parassitarie. Norman non lo ha fatto, i suoi valori e la sua formazione culturale glielo impedivano, piuttosto ha preferito, nell’acme della frustrazione e dell’angoscia, raggiungere l’ultimo piano della sua facoltà, di quel luogo in cui aveva sacrificato gli anni migliori della giovinezza, per mettere in atto la più radicale forma di protesta contro un mondo accademico reso marcio dai baronati. Norman ha scelto di opporsi, in maniera chiara e univoca. “Compare, la libertà di pensiero è anche la libertà di morire” così scrisse a un amico, avendo già maturato nel suo cuore, l’atroce decisione. Il Comune di Palermo, i familiari e gli amici hanno voluto tributargli una giornata commemorativa nel corso della quale gli è stata intitolata una strada, la “Rotonda Norman Zarcone”. Nel pomeriggio poi è stata celebrata la Santa Messa in sua memoria presso la Parrocchia San Giovanni Bosco di Palermo e alle 19 una fiaccolata è partita dalla Facoltà di Lettere e Filosofia per giungere allo “Spazio Generazione Norman”, dove in serata è stata portata in scena la drammatica storia di Norman. La giornata è stata ricca di spunti di riflessione. Norman Zarcone è diventato il simbolo di una generazione che non vuole più chinare il capo dinanzi alla volgarità del sistema, lottando per normalizzare cioè che in Italia è l’eccezione, il successo della meritocrazia. In questo modo Norman ha sconfitto la morte.

 

L’associazione Butterfly for University esprime tutta la sua vicinanza ai familiari e amici di Norman Zarcone, impegnandosi quotidianamente nell’Ateneo di Palermo affinché  il suo tragico sacrificio non venga dimenticato.

“Notte bianca della legalità”: Butterfly protagonista tra “Legalab” e Infopoint

Una notte settembrina, l’aria frizzante, Misilmeri, animata da un’energia positiva di rara intensità, sfavilla. La vedi lì adagiata alle pendici del castello, sembra un immenso teatro all’aria aperta. Piazza Comitato, illuminata da un lento ma inesorabile susseguirsi di luci e colori luccicanti, si trasforma in un palcoscenico pronto ad accogliere gli attori protagonisti. Non c’è tensione sui loro volti ma tanta gioia. Lo spettacolo è pronto, si apre il sipario, va in scena il secondo atto della “Notte bianca della legalità”. Sotto la regia sapiente dell’associazione Misilmeri è viva, numerose realtà associazionistiche operanti secondo modalità diverse sul territorio misilmerese hanno animato l’intero percorso, invaso da persone divertite, compiaciute e, soprattutto, sensibili alla tematica della legalità. L’associazione Butterfly si è distinta su tutte per aver dato vita, insieme a Libera, Archè, alla neonata Sicilitudine e al gruppo “Posteggiamo i posteggiatori”, al laboratorio artistico “Legalab”, situato dinanzi alla suggestiva Fontana Grande. Uno spazio creativo all’avanguardia pensato per rendere concretamente partecipe la cittadinanza. Un’idea innovativa e molto gradita, visto l’elevato numero di persone che hanno sentito quasi l’urgenza di lasciare un segno attraverso una frase particolarmente significativa o un disegno pieno di vita e speranza. C’è chi cita i compianti Falcone e Borsellino, chi, da misilmerese, si definisce orgoglioso di essere concittadino di Rocco Chinnici, e c’è un bimbo che sogna la pace mentre la madre quasi commossa lo tiene per mano, segno tangibile che un’educazione familiare e scolastica fondata sui valori di giustizia e legalità determina la formazione di cittadini liberi e dotati di spirito critico fin dall’infanzia. L’ideatrice del “Legalab”, descritta da molti come “una piacevolissima sorpresa”, è Federica Cannella, membro storico dell’associazione . Lei, umile e riservata, però, non parla di meriti personali:” Ci tengo a precisare che la nostra è stata un’attività di gruppo, tutti hanno contribuito con le proprie idee e con le proprie braccia. L’idea del progetto è nata all’interno di un cerchio di associati ma soprattutto di amici. Mi sono limitata a raccontare la mia esperienza di quest’anno alla Biennale di Venezia durante la visita del padiglione palestinese, in cui due artisti emigrati, Bashir Makhoul e Aissa Deebi, si sono impegnati in nuovi modi di pensare o immaginare la loro nazione al di fuori del conflitto tramite la costruzione di una città fatta di scatole incise. Il resto è venuto fuori da solo. Ogni cittadino è stato invitato da noi ragazzi a scrivere o disegnare su delle scatole e a posizionarle all’interno dello spazio antistante la Fontana Grande. Il risultato è stato quello di una costruzione collettiva, con moduli architettonici di cartone, di un paese alle cui fondamenta stanno i principi della legalità”.
La Butterfly non si è però fermata al “Legalab”. La sua partecipazione, infatti, è stata resa maggiormente pregnante e significativa da due Infopoint, “Liberi di essere liberi dalla droga” e “Università: orientamento ed accoglienza”, adibiti tra il palco e la Fontana Grande. Se il primo era dedicato ad una tematica chiaramente collegata alla legalità, il secondo, realizzato in collaborazione con la Rete Universitaria Nazionale, testimoniava le radici dell’associazione Butterfly for University, nata per seguire e sostenere gli universitari locali prima ancora di diventare protagonista di un lavoro di valorizzazione del territorio e delle giovani eccellenze che lo animano. Quando è calato il sipario su questo secondo atto della “Notte bianca della legalità”, i protagonisti si sono scoperti esausti ma con una grande gioia nel cuore, la felicità di aver dato un contributo decisivo alla realizzazione di un evento impeccabile e mai banale, così come lo è stata la partecipazione del pubblico.                                                Le foto della serata
                                                                                      Pietro Distefano
La Butterfly for University ringrazia sentitamente per il preziosissimo contributo offerto:

Misilmeri è viva

Rete Universitaria Nazionale
Sicilitudine
Libera
Arché
Posteggiamo i posteggiatori

La Butterfly for University e le associazioni organizzatrici tutte intendono dedicare il duro lavoro svolto e il grande successo ottenuto a un carissimo amico, compaesano e collega, Giuseppe Lo Franco, che ha lottato per diciannove lunghissimi mesi contro un brutto male, venendo tristemente a mancare nelle ore conclusive della manifestazione. Le associazioni si uniscono al cordoglio della famiglia per la scomparsa prematura di Giuseppe. Ciao “Coppi”

AGGIORNATO:Online i bandi 2013/2014 dell’ Università degli studi di Palermo

Vi informiamo che sono appena stati pubblicati i bandi relativi ai corsi di laurea dell’università degli Studi di Palermo.

Per qualsiasi informazione, consiglio, o chiarimento sulle procedure di iscrizione, vi inviatiamo a iscrivervi al nostro gruppo facebook, saremo lieti di aiutarvi:  MATRICOLE 2013/ 2014

bando servizio sociale e politiche sociali

Bando del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali – Anno Accademico 2013/2014 – Scadenza tassa di partecipazione 28 Agosto 2013

bando lettere

Bando del corso di laurea in Lettere – Anno Accademico 2013/2014 – Scadenza tassa di partecipazione 28 Agosto 2013

Graduatoria viaggi e soggiorni di studio 2013

Pubblicate le graduatorie provvisorie dei Viaggi e soggiorni di studio 2013 degli iscritti ad un Corso di Laurea Triennale, Magistrale e ad un Corso di Laurea a Ciclo Unico. Eventuali ricorsi dovranno essere presentati al Settore Orientamento, Promozione e Placement – U.O.B. Iniziative Culturali, Sociali e contro la Criminalità Organizzata – Edificio 2 – II piano – Viale delle Scienze a Palermo, entro le ore 13 del 1° luglio 2013.

Per visualizzare l’elenco CLICCA QUI Continua a leggere

Nasce ERSU Risponde

L’ERSU di Palermo da  giovedì 6 giugno 2013, ha attivato il servizio “Contact-center – ERSU risponde”, curato dall’Ufficio Orientamento dell’ente con l’obiettivo di migliorare e potenziare la comunicazione diretta con l’utenza, introducendo l’uso di nuovi strumenti tecnologici semplici, immediati e a costo zero: posta elettronica, help desk, skype (per avere riscontro alle richieste in tempo reale). Continua a leggere

Università: a settembre i test d’ammissione

E’ di oggi la notizia che annuncia lo spostamento dei test d’ammissione per le facoltà a numero chiuso a graduatoria nazionale a settembre. Mercoledì, in base alla dichiarazione del ministro Carrozza, sarà varato il decreto che stabilisce questa nuova scadenza. Due i punti che verranno ridiscussi: il “bonus maturità” che tanto aveva preoccupato e allarmato i diplomandi di tutta Italia e la data dei test. Continua a leggere

Al via l’edizione 2013 di Start Cup Palermo

Venerdì 19 Aprile alle ore 9.30, presso i locali del Consorzio Arca, si terrà la presentazione ufficiale del Premio Start Cup Palermo, la business plan competition che premia le migliori idee imprenditoriali ad alto contenuto innovativo e tecnologico, promossa dall’Università degli Studi di Palermo con il supporto organizzativo del Consorzio Arca e di Sintesi S.u.r.l.. I vincitori, oltre a ricevere un premio in denaro, avranno la possibilità di partecipare al Premio Nazionale per l’Innovazione, a cui avranno accesso i progetti vincitori delle Start Cup regionali. Iscriviti all’evento su Facebook ! Continua a leggere

Workshop Interfacoltà Ingegneria Innovazione e Impresa 3 cfu

Dopo il successo della prima edizione l’associazione Butterfly for University-RUN ha il piacere di Invitarvi al “Workshop Ingegneria Innovazione e Impresa 2013”, evento organizzato in collaborazione con ADoP (Associazione Dottorandi e Dottori Palermo) e il consorzio ARCA.
Gli incontri si svolgeranno nei locali della facoltà di Ingegneria dell’università di Palermo nei giorni dal 11 Marzo al 26 Marzo.

Il workshop è rivolto agli studenti di tutte le facoltà dell’Università degli studi di Palermo ed ha l’obiettivo di promuovere la cultura d’impresa, informando i partecipanti sugli strumenti a disposizione per realizzare le loro idee imprenditoriali. L’evento vuole identificarsi come momento di discussione e riflessione su come valorizzare gli spazi e le risorse interne alla cittadella universitaria di “Parco d’Orleans” attraverso nuove idee d’impresa. Si tenterà, inoltre, di focalizzare l’attenzione su casi concreti, mirando a promuovere la nascita e lo sviluppo di spin-off accademici, in coerenza con quelli che sono gli scopi dell’i Continua a leggere

Unipa: 6 posti in segreteria

L’Università di Palermo ha indetto un concorso pubblico per l’assunzione di 6 tecnici presso le sue strutture.

La selezione pubblica si svolge per titoli ed esami e si concluderà con l’assunzione di 6 diplomati a tempo determinato e pieno, della durata di 12 mesi. I neoassunti saranno contrattualizzati secondo la categoria B, posizione economica B3, equivalente a più o meno 1.500 euro al mese di stipendio. Continua a leggere