Borse di studio: sit-in e protesta presso gli uffici. La petizione sblocca i primi fondi

971324_10201526480229478_455063628_nCome preannunciato la settimana scorsa la Run ha cominciato l’attività di protesta che dà seguito alla raccolta firme/dissensi contro i ritardi dei pagamenti dei benefici dell’Ersu. In più di 1300 avete aderito e oggi a nome sia dei firmatari che di tutti gli studenti abbiamo occupato simbolicamente gli uffici dell’Ersu di Viale delle Scienze per avere delle risposte serie in merito alla vicenda.

La Run si è totalmente riversata negli uffici dell’ente ed è riuscita ad ottenere le risposte del dirigente coordinatore Ing. Bruno le cui dichiarazioni possono essere riassunte in tre punti fondamentali.

-A seguito della petizione sottoscritta dagli studenti e presentata dalla Run, L’Ersu di Palermo è riuscita ad ottenere il trasferimento di 1,5 milioni di euro dagli uffici di Piazza Marina che saranno utilizzati per il pagamento della seconda rata dei vincitori dell’anno 2011/12 del primo anno.

-A seguito del sit-in di oggi, l’Ersu di Palermo ha preso l’impegno, nella figura del suo dirigente coordinatore, ad utilizzare un milione di euro, prelevati dal residuo di cassa dell’ente, per il pagamento di una parte delle seconde rate dei vincitori della borsa di studio 2012/13 e dei sussidi straordinari. L’Ersu ha inoltre assunto l’impegno davanti agli studenti di sollecitare il Rettore a trasferire i restanti 5 milioni, dell’a.a 2011/12, derivanti dalla tassa regionale per il diritto allo studio. La sollecitazione sarà rivolta anche al governo regionale affinchè vengano trasferiti nelle casse dell’ente  8 milioni di finanziamento regionale per il diritto allo studio.

– Nonostante la recente notizia di allargamento delle borse di studio e nonostante i primi fondi stiano cominciando a sbloccarsi, l’Ersu comunica che non sarà garantita la totale copertura della seconda rata delle borse di studio di quest’anno finchè la totalità dei fondi non sarà sbloccata e indirizzata all’ente. Per la redistribuzione delle borse di studio dell’a.a 2011/12 non ci sono le sufficienti risorse. Continua a leggere

Borse di studio: punto della situazione

Aggiornamenti sulla vicenda delle borse di studio (NON PAGATE).
L’Ersu di Palermo (commissariato e volutamente mantenuto privo della rappresentanza studentesca) deve ancora pagare:
  1.   La seconda rata ai vincitori del primo anno dell’A.A. 2011/12 (c.a. 1500 borse);
  2.   La ridistribuzione per l’A.A. 2011/12 (c.a. 1000 borse);
  3.   I sussidi straordinari 2012/13 (100 sussidi);
  4.   La seconda rata ai vincitori di secondo anno e successivi del 2012/13 (1800 borse).
Tutto questo perchè:
  1. I soldi del fondo integrativo nazionale (di cui qualcuno parla impropriamente) non arriveranno prima di settembre;
  2.  La regione (che si vanta di aver aumentato il fondo) deve ancora versare all’Ersu 2.800.000 euro del 2011 e 5.000.000 di euro del 2013;
  3. Il Rettore che ha incassato 7.000.000 di euro degli studenti (i principali finanziatori del diritto allo studio in Sicilia), non si capisce perchè non li abbia ancora trasferiti all’Ersu.
In questi giorni, a seguito della NOSTRA petizione, pare che il Rettore abbia trasferito all’Ersu solo 1.500.000 euro con i quali sarà possibile pagare solo la 2° rata agli studenti del 1° ANNO 2011/12. Per il resto ci affidiamo alla madonna.

P.S. Il commissario appena insediatosi all’Ersu ha dichiarato: “ho trovato un Ente in OTTIMA salute” . Dopo tre mesi di commissariamento possiamo dire che ha lasciato un Ente in PESSIMA salute.

Cordiali saluti.

Nasce ERSU Risponde

L’ERSU di Palermo da  giovedì 6 giugno 2013, ha attivato il servizio “Contact-center – ERSU risponde”, curato dall’Ufficio Orientamento dell’ente con l’obiettivo di migliorare e potenziare la comunicazione diretta con l’utenza, introducendo l’uso di nuovi strumenti tecnologici semplici, immediati e a costo zero: posta elettronica, help desk, skype (per avere riscontro alle richieste in tempo reale). Continua a leggere